In ognuno di noi ci sono tratti caratteriali che se stimolati opportunamente possono rappresentare un valore aggiunto al nostro stile di trading.

Se dovessimo affidare le sorti del nostro trading ad un operatore finanziario professionista, così come del resto se dovessimo ricorrere alle prestazioni di un Medico o di un Avvocato, il requisito che molto probabilmente andremmo cercarndo sarebbe quello della “perfezione”.

Nel trading online, però, inseguire il criterio della perfezione è una logica sbagliata, la quale non ha nulla a che vedere con il traders di successo.

Il termine “perfetto” (in latino perficio) significa letteralmente “portare a compimento un qualcosa senza che ci sia bisogno di aggiungere o fare altro”.
Ecco quindi che il concetto di perfezione, lontano dal descrivere una situazione assoluta, se applicato al trading di opzioni binarie o al Forex, ci suggerisce che esistono modi diversi per giungere al medesimo risultato.

Un traders principiante, ecco uno degli errori più comuni che può commettere, aspetta sempre che tutto, indicatori, segnali, analisi tecnica, software di trading, rivelino una situazione “perfetta” per dare inizio alle negoziazioni.

La paura di non essere “perfetti”, ecco il punto, induce questo genere di operatori ad indugiare troppo prima di prendere decisioni, le quali spesso o vengono prese troppo presto, troppo tardi, o non prese affatto.

Non biasimiamoci troppo

Se le cose non vanno come ci aspettiamo che vadano, non è detto che ciò dipenda necessariamente da qualcuno o qualcosa.
Colpa del software, i grafici sono sbagliati, gli Indicatori in ritardo, i parametri del Broker, etc …

Le giustificazioni vanno avanti di questo passo, con l’unico risultato di non pensare più al trading presente, alle opportunità che ci scorrono sotto gli occhi, ma pensiamo e ripensiamo a come avremmo potuto ottenere profitto dalle operazioni passate.

Nel mentre questo dovesse accadere, ricordatevi sempre, ci stanno passando sotto il naso grosse opportunità di trading!

Imparare dai propri errori

Questo si, è importante imparare dagli errori commessi, ma senza piangersi addosso più di tanto.
Non ha molta importanza stabilire di chi sia la colpa, se nostra o se degli strumenti di trading che utilizziamo, quello che conta è pensare già al prossimo commercio.

Solo andando avanti impareremo veramente a fare trading, sfruttando anche le più piccole variazioni o trend di mercato.
Possiamo sforzarci quanto vogliamo alla ricerca del segnale o della situazione “perfetta”, ma anche quando pensiamo di averla trovata, c’é sempre qualcosa che ci fa credere il contrario.

La ricerca maniacale delle giuste condizioni di trading è, alla lunga, il nostro peggior nemico.

Troviamo il giusto compromesso

Ma allora, come facciamo a gestire una sessione di trading senza ripercorrere le tappe che ci hanno portato fin dove siamo arrivati?
Considerate sempre che “la perfezione non esiste”!
Si può sempre fare di meglio, guadagnandoci lo stesso!

Chi è sempre costantemente alla ricerca del giusto segnale, non potrà mai essere un trader di successo.

Molti operatori alle prime esperienze, passano ore davanti al Pc leggendo e negoziando con “account demo”.

Pensano di essere pronti per il trading reale, a soldi veri e con un “conto di trading reale”, ma appena perdono la prima operazione abbandonano di nuovo l’idea e tornano alla negoziazione virtuale.

Questa appena descritta è una classica situazione che testimonia il peggior approccio possibile al trading online, quello di chi, cercando le giuste condizioni operative, è lì che aspetta e non si decide mai.

Lasciamo stare la perfezione

Non mollare mai, lasciamo stare la ricerca della perfezione, e viviamo il trading con maggiore libertà.

Chiudiamo con una citazione di A. Einstein, per dire che per vincere nel trading così come nella vita, quello che conta veramente è crederci sempre:

“La struttura alare del calabrone, in relazione al suo peso, non è adatta al volo, ma lui non lo sa e vola lo stesso”.